Bologna non delude mai, men che meno durante le festività natalizie

7 delle tante curiosità e segreti della nostra Bologna
15 novembre 2017
Il ritorno del Gigante di Bologna
10 gennaio 2018

Bologna non delude mai, men che meno durante le festività natalizie

Bologna non delude mai, men che meno durante le festività natalizie.

La magia del Natale infatti trasforma Bologna in un luogo speciale.
Le luci, le vetrine, mercatini di ogni genere, il profumo della cucina tipica bolognese che per Natale tira fuori il meglio di sé, i numerosi eventi che animano le piazze, i portici e i palazzi storici, le due torri ricoperte di lucine e infine Piazza Maggiore con il suo maestoso albero, posto alla destra del Nettuno, simbolo di Bologna, sono forse le cose più suggestive che la città possa offrire.

Durante il periodo natalizio i mercatini più rinomati in grado di far entrare appieno le persone nello spirito del Natale sono:

  • la tradizionale antica fiera di santa Lucia,il mercatino natalizio più antico dell’Emilia Romagna risalente al XVI secolo, sotto al portico della Chiesa dei Servi in Strada Maggiore;
  • mercatini di via Altabella ricchi di prodotti natalizi, idee regalo artigianali e non;
  • ilmercatino regionale Francese allestito in Piazza Minghetti.

Non mancano però gli eventi eno-gastronomici, vere e proprie full-immersion nella cucina tipica Bolognese, spesso allestite nel duecentesco palazzo Re Enzo.

Come ormai noto a tutti infatti, Bologna vanta una tra le migliori tradizioni culinarie, che trova la sua valvola di sfogo proprio nel Natale in un tripudio di prelibatezze irrinunciabili.
Ma vediamo insieme le immancabili:

  • il tortellino in brodo di cappone, ripieno di prosciutto, mortadella, parmigiano e uova è il re indiscusso della tavola;
  • le lasagne, piatto tipico, famoso, invidiato e copiato in tutto il mondo per il suo gusto unico (anche se nessuno sarà mai in grado di superare le originali bolognesi);
  • i bolliti e lo zampone con il pure o altre tipologie di arrosti accompagnate dal famoso:
  • friggione, una mistura contenente pomodoro, Cipolla e aceto che viene fatta sobbollire per ore e può essere consumata sia come contorno che come piatto singolo;
  • il dolce al Mascarpone;
  • il certosino o Pan Speziale che vanta origini medievali, prodotto prima dagli speziali e dopo dai monaci certosini, contiene farina, mandorle, miele, pinoli, cioccolato fondente, frutta secca e candita;
  • il Panone bolognese, dolce simile al certosino, ma più povero, a base di farina, cacao, mele, miele, cioccolata fondente e fichi secchi.

Molte altre però sono le leccornie che ogni famiglia può decidere di preparare per personalizzare il menu a seconda dei propri gusti.

Per quanto riguarda invece i festeggiamenti di Capodanno è ormai tradizione il rogo del vecchione in Piazza Maggiore la cui realizzazione è affidata ad un artista in seguito alla vittoria di un concorso pubblico.

Il Natale a Bologna è una commistione di magia, gusto, bellezza, gioia e calore che solo i Bolognesi sono in grado di creare, fidatevi di noi, fidatevi di un locale che tutti i giorni vive e osserva con attenzione e orgoglio le tradizioni della sua città.